Tony Reeves

Sottoposto a revisione medica da

Piet Hellemans, DVM
Veterinario e consulente veterinario

IBD (malattia infiammatoria intestinale) è un nome generico che viene utilizzato per descrivere diversi disturbi cronici che sono causati da un’infiammazione del tratto digestivo. Nel caso dei gatti, l’infiammazione rende più spesse le pareti del tratto gastrointestinale e condiziona la capacità di digerire e assorbire il cibo. La patologia può colpire gatti di qualsiasi età. Tuttavia, i gatti di mezza età o quelli più anziani sono più a rischio dei gatti giovani.

Quali sono le cause delle IBD nei gatti?

Non si conosce la ragione esatta per cui i gatti soffrono di malattie infiammatorie intestinali. Tuttavia, i veterinari sospettano che potrebbe essere causata da infezioni batteriche, sistema immunitario debole, squilibrio delle popolazioni batteriche nell’intestino del gatto. Si pensa anche che le condizioni ambientali giochino un ruolo nell’aggravare la condizione. Altri esperti di salute animale hanno anche collegato le IBD nei gatti con quelle dei cani e anche con quelle degli esseri umani e hanno concluso che nei felini queste patologie potrebbero essere anche genetiche. 

Quali sono i sintomi delle IBD nei gatti?

Alcuni segni comuni della malattia infiammatoria intestinale nei gatti includono letargia, feci sanguinolente, diminuzione dell’appetito, vomito, diarrea e perdita di peso. La frequenza di questi segni, così come la gravità della malattia, dipende anche dalla parte del tratto gastrointestinale colpito.

Se l’intestino crasso è infiammato, tale condizione è chiamata colite. Invece, se lo stomaco è infiammato, la condizione è nota come gastrite. Se il problema è nell’intestino tenue, la condizione è l’enterite. Se la condizione colpisce lo stomaco o le parti superiori dell’intestino tenue sono infettate, il gatto può vomitare ripetutamente. Le infezioni dell’intestino tenue inferiore e del colon provocano diarrea e feci con sangue.

La differenza tra IBD e IBS

IBS significa sindrome dell’intestino irritabile. Condivide alcuni nomi e sintomi con l’IBD. Tuttavia, ci sono sottili differenze nei loro sintomi. In primo luogo, l’IBS è una condizione non infiammatoria, a differenza della malattia infiammatoria intestinale. In secondo luogo, l’IBS non è classificata come una vera e propria malattia, ma piuttosto un disturbo funzionale, come la sindrome da fatica cronica. Ciò significa che questi sintomi non hanno una causa identificabile.

Alcuni sintomi dell’IBS nei gatti includono costipazione, crampi e diarrea. Tutti questi sintomi si possono trovare nell’IBD con l’aggiunta dei sintomi discussi precedentemente. Nel caso della diarrea, l’IBS presenta un volume delle feci ridotto rispetto all’IBD. (La diarrea è definita dal volume delle feci).

Nordic Oil
Play. Relax. Repeat.

Conosci NatuPet

Prodotti CBD progettati in modo speficico per gatti e cani. Anche i nostri amici animali meritano il benessere.

82787C01-82C1-48EF-8A46-BFB0759ED992 A N O R D I C O I L C O M P A N Y

Che cibo è più adatto per i gatti con IBD?

I gatti con IBD sono meno tolleranti a diversi ingredienti rispetto agli altri felini, specialmente a tutto ciò che non rientra nella dieta carnivora. Quindi, meglio dare al gatto molte proteine facilmente digeribili provenienti da fonti animali. Queste proteine dovrebbero essere almeno l’87%. Inoltre, assicurati che riceva acidi grassi omega 3 da grassi animali. Sicuramente, è meglio evitare additivi alimentari come zucchero, aromi, coloranti artificiali e altri ingredienti di riempimento comuni nel cibo per gatti. I prodotti che contengono acidi grassi naturali, come i prodotti CBD, sono ben tollerati dai gatti.

Le proteine altamente digeribili sono proteine provenienti da carne animale minimamente lavorata. Sarebbe meglio diminuire altre fonti di proteine come soia, patate, piselli e glutine di mais. Il gatto potrebbe anche aver bisogno di una aggiunta di vitamina B12, poiché il corpo non è in grado di assorbire molte vitamine.

Il CBD per animali è sicuro per un gatto con IBD?

CBD è l’acronimo di  cannabidiolo, un composto chimico derivato dalla pianta di canapa. La canapa ha altri cannabinoidi, compreso il THC (delta-9-tetrahydrocannabinol). Tuttavia, a differenza del THC, il CBD non è psicoattivo. Pertanto, la maggior parte dei governi di tutto il mondo non classifica l’olio di CBD come una sostanza soggetta a restrizioni. Poiché l’olio di CBD non ha proprietà psicoattive, usarlo è sicuro per i gatti. Contiene molti acidi grassi naturali, quindi è ben tollerato anche dai gatti con IBD. Tuttavia, è importante la scelta dei prodotti a base di CBD che siano specifici per animali, poiché Questi prodotti sono specificatamente creati per essere digeriti dai felini.

Quali sono i prodotti CBD per gatti? 

Tutti i prodotti di CBD sono derivati dalla pianta di canapa, ma possono avere caratteristiche diverse a seconda degli ingredienti utilizzati o aggiunti.

Olio di CBD per gatti

L’olio di CBD per gatti è un olio di CBD che è stato filtrato da tutti i terpeni, cere e altri sottoprodotti, che potrebbero essere dannosi per il tuo gatto. È arricchito con vitamine e aromi naturali, per renderlo più appetitoso per il tuo gatto. 

Bocconcini di CBD per gatti

I Bocconcini con CBD, sono specialmente formulati per adattarsi alla dieta del gatto. 

Come trovare il giusto olio di CBD per i gatti con problemi di stomaco?

Dato che ci sono diversi prodotti di CBD sul mercato, è importante scegliere il CBD per animali domestici più adatto per il tuo gatto. La scelta del CBD per animali domestici si basa sui seguenti fattori.

Gravità dell’IBD

Per i gatti con una grave IBD, i proprietari dovrebbero stare molto attenti quando scelgono i prodotti CBD. Fai attenzione alla lista degli ingredienti e assicurati che non ci sia nulla che abbia già dimostrato di irritare lo stomaco del tuo gatto. Gli studi hanno dimostrato che gli acidi grassi aiutano a ridurre l’infiammazione e a migliorare l’assorbimento del cibo. Pertanto, gli oli di CBD che contengono acidi grassi (per esempio cbd infuso in olio di Canapa naturalmente ricco di acidi grassi)  possono essere una buona scelta.

Guarda l’etichetta

Non scegliere prodotti a base di CBD per animali domestici che promettono effetti medicinali miracolosi. Osserva invece la lista degli ingredienti e decidi se il tuo gatto può tollerare il prodotto. Assicurati che l’etichetta del prodotto indichi la quantità di THC presente. 

Guarda il rapporto del laboratorio

Un rapporto di laboratorio su tutti i prodotti di CBD delinea i composti presenti. Questo permette di sapere se si sta acquistando CBD per animali domestici isolato, a spettro completo o ad ampio spettro. Il rapporto di laboratorio dovrebbe essere disponibile sul sito web del produttore del prodotto CBD e avere una data di pubblicazione.

Parla con il tuo veterinario dell’olio di CBD

Proprio come con qualsiasi nuovo alimento o integratore introdotto agli animali, i proprietari di gatti dovrebbero parlare con il veterinario se stanno considerando di dare CBD al loro gatto.  La maggior parte dei medici veterinari sono a conoscenza dell’olio di CBD e daranno volentieri indicazioni su come usarlo.

Come far assumere il CBD al tuo gatto?

Il gatto può assumere prodotti a base di CBD sotto forma di olio di CBD per gatti, tinture o bocconcini contenenti CBD. Anche se non c’è una dose esatta per i prodotti CBD per gatti, è importante iniziare con una bassa quantità, per es. con l’olio meglio partire con poche gocce al giorno per circa due settimane prima di aumentarla gradualmente se necessario. 

Ci sono rimedi naturali per la sindrome dell’intestino irritabile?

Ci sono diversi metodi per alleviare il malessere nei gatti con IBD.

  • Agopuntura

L’agopuntura per gatti aiuta a trattare i problemi del sistema nervoso. Proprio come negli esseri umani, l’agopuntura aiuta a ridurre l’infiammazione.

  • Diete a base di carne cruda (raw diet) 

I gatti con IBD sono in grado di digerire e assorbire meglio la maggior parte dei nutrienti nelle diete a base di carne cruda. La carne cruda aiuta anche i gatti con maggiore sensibilità alla maggior parte degli ingredienti inclusi nei cibi commerciali.

Si possono usare questi metodi mentre si dà l’olio di CBD ai gatti?

Non ci sono prove che il CBD interferisca con i suddetti rimedi naturali per la IBD nei gatti. Tuttavia ogni gatto è diverso. Pertanto, se si notano effetti indesiderati, bisogna interrompere l’uso dell’olio di CBD. 

Conclusione

L’IBD felina può diventare grave se non viene gestita in una fase iniziale. È importante chiedere consiglio al veterinario non appena si notano i sintomi. 

Se decidi di dare il CBD a un gatto che soffre di IBD, assicurati di controllare la lista degli ingredienti per evitare qualsiasi ingrediente noto per irritare lo stomaco del tuo gatto. 

Author

David è il nostro esperto per tutto ciò che riguarda il CBD e i vostri amici a quattro zampe. Gli animali hanno spesso bisogno di attenzioni e cure speciali e questa è la specialità di David, ma è anche un esperto in tutti gli argomenti relativi al CBD, quindi qualunque sia la tua domanda, sarà felice di aiutarti.

Write A Comment